W Vladimiro

Stamani mattina Vladi, per alcuni “Bloody Miro” o “Coso”, ha smesso di soffrire e ha fatto la sua uscita di scena, continuando imperterrito a incazzarsi con il veterinario, anche mentre veniva addormentato.

Se n’è andato quel cazzutissimo boxer tigrato, incazzato col mondo e temuto da molti, ma che quando apriva il cuore lo faceva in maniera smisurata e incondizionata.

Se ne va un bel pezzo di me, un compagno sempre presente. Mi portava sempre un enorme buonumore, mi faceva passare incazzature e tristezza. Mi ha aiutato a superare i momenti peggiori della mia vita.

Mi mancherà questa enorme presenza, fatta di “cazzate” che faceva ogni giorno: apriva il frigorifero per servirsi, mangiava di tutto (una palla di gomma che gli è costa un’operazione allo stomaco, panettoni da tre chili, alberi e piante, e un sacco di altre cose) durante le siue “scurribande” per casa.

Ci parlavo sempre, con i cani si fa, e lui però conosceva decine di parole, conosceva per nome ogni suo gioco, alcuni luoghi e molte persone.

La vita mi ha regalato 11 anni in compagnia di questo grandissimo cane e delle sue “cazzate”, e sarà dura fare senza.

Vladi si godeva i piaceri della vita: mangiare (ovviamente), giocare in qualsiasi momento (è un boxer), dormire fino a tardi, il caldo di una stufa o di un camino ….. E allora facciamo tesoro dell’esperienza e cerchiamo di godercela tutta questa vita!

W Vladimiro

 


 

 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + diciassette =